HomeOrigineSmerillianaI poeti di SmerillianaMosaicoAnticipazioniContatti

Smerilliana 13

Testi di Giovanni Zamponi, Reiner Kunze, Gio Batta Bucciol, Amir Or, Paolo Ruffìlli, Seiichi Niikuni, Marco Mazzi, Biagio Cepollaro, Yves Lecomte, Fabio Franzin, Nicoletta Mandolini, Alessandro Centinaro, Giulia Niccolai, Enrico D’Angelo, Francesco Giusti.
Fotografie di Ennio Brilli.

| 20,00 € | pp. 213 | 12x18 | Nuovi Orizzonti, San Benedetto del Tronto 2011 |

Quando un uomo dell’antichità prendeva in mano un libro – o meglio, un rotolo di scrittura; il libro aveva per lui una figura diversa che per noi –, non leggeva solo con gli occhi, bensí pronunciava le parole a mezza voce. In questo modo aveva la garanzia che venisse ogni volta evidenziata l’intera forma della parola e della frase. Egli parlava e ascoltava al tempo stesso, e ascoltando controllava la propria lettura.
Noi uomini d’oggi leggiamo tacendo, e con ciò esiste il pericolo che non cogliamo fino in fondo il senso delle parole. L’occhio scivola da un segno all’altro, l’intelletto si rivolge immediatamente ai loro significati; cade l’elemento corporeo. È qui un obiettivo dell’imparare a leggere, soprattutto quando si tratta di libri in cui è essenziale la sonorità della parola; quando si tratta di un linguaggio stilisticamente elaborato, sia prosa o poesia. Quando vengono lette, cose di questo genere andrebbero riportate ogni volta al discorso parlato. Il guadagno sarebbe grande.

ROMANO GUARDINI, Elogio del libro


SOMMARIO

IN LIMINE
Giovanni Zamponi, Diade della rocca

POETI STRANIERI
Reiner Kunze, Poesie e tre componimenti. Introduzione e traduzione dal tedesco di Gio Batta Bucciol
Amir Or, Poesie scelte. Introduzione e traduzione dall’inglese di Paolo Ruffìlli
Seiichi Niikuni, Quant’è bella la locomotiva che si è persa. Traduzione dal giapponese di Keiko Tomii. Nota di Marco Mazzi

POETI ITALIANI
Biagio Cepollaro, Poesie da Le Qualità
Yves Lecomte, Sette poesie
Fabio Franzin, A tèra nuda [La terra nuda]. Con una Nota di Francesco Giusti

ARCIPELAGO
Nicoletta Mandolini, Il paesaggio nella poesia di W. B. Yeats
Giovanni Zamponi, Archimandrita di un tranquillo disordine. Gellu Naum, la quinta essenza di un poeta
Alessandro Centinaro, Milo De Angelis, il Re Nudo
Giulia Niccolai, Frisbees della vecchiaia
Ennio Brilli, Verso la marina undici fotografie. Con la poesia di Enrico D’Angelo Se acqua o cielo

FINIS
Francesco Giusti, Due poesie