HomeOrigineSmerillianaI poeti di SmerillianaMosaicoAnticipazioniContatti

Mohamed S. Mohamed, La libertà di un giorno

Traduzione dal swahili e cura di Elena Zúbková Bertoncini. Con quattro disegni di Davide Racca.

| 5,00 € | pp. 48 | 10,5x15,5 | 978-88-97726-26-5 | Di Felice Edizioni, Martinsicuro 2013 |

Mohamed Suleiman (ossia Mohamed S. Mohamed, come firma le sue opere piú mature) nasce nel 1945 a Koani, parte centrale dell’isola di Zanzibar. Nella sua produzione relativamente modesta – due romanzi e una dozzina di racconti – la letteratura swahili ha raggiunto le vette piú alte. La libertà di un giorno è il racconto piú struggente di questa letteratura.

«Mambo era seduto sulla riva del piccolo ruscello che attraversava il suo campo, riflettendo. Senza alcun dubbio la sua libertà era in pericolo. Non sapeva quale sentenza avrebbe emesso il Tribunale sul suo conto l’indomani. Poteva essere una sentenza di qualsiasi tipo, sarebbero stati i giudici a decidere. Per la prima volta in quarant’anni della sua vita si scontrava con la legge faccia a faccia. Tuttavia aveva già sentito molte cose sul suo conto: cominciando dalla bilancia che pesa le cose giuste, e dalla ruota dentata che gira senza pietà, fino alla cecità che impedisce di vedere dov’è la giustizia. Chissà come sarebbe stata la legge verso di lui?»